Servizi di Ingegneria

Home Titoli Abilitativi Edilizi CILA – Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata

CILA – Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata

400,001.450,00

Svuota
COD: N/A Categoria:

Descrizione

Cos’è la CILA


La Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA) è disciplinata giuridicamente dall’articolo 6 bis del Testo Unico dell’Edilizia DPR n. 380/2001 e ss. mm. e ii, legge quadro in materia di controlli, vigilanza ed eventuali sanzioni in relazione ad abusi edilizi, che riportiamo nei suoi quattro comma:

 

  1. Gli interventi non riconducibili all’elenco di cui agli articoli 6, 10 e 22, sono realizzabili previa comunicazione, anche per via telematica, dell’inizio dei lavori da parte dell’interessato all’amministrazione competente, fatte salve le prescrizioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia vigente, e comunque nel rispetto delle altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia e, in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all’efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, nonché delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.
  2. L’interessato trasmette all’amministrazione comunale l’elaborato progettuale e la comunicazione di inizio dei lavori asseverata da un tecnico abilitato, il quale attesta, sotto la propria responsabilità, che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e ai regolamenti edilizi vigenti, nonché che sono compatibili con la normativa in materia sismica e con quella sul rendimento energetico nell’edilizia e che non vi è interessamento delle parti strutturali dell’edificio; la
    comunicazione contiene, altresì, i dati identificativi dell’impresa alla quale si intende affidare la realizzazione dei lavori
  3. Per gli interventi soggetti a CILA, ove la comunicazione di fine lavori sia accompagnata dalla prescritta documentazione per la variazione catastale, quest’ultima è tempestivamente inoltrata da parte dell’amministrazione comunale ai competenti uffici dell’Agenzia delle entrate.
  4. Le regioni a statuto ordinario:
  5. a) possono estendere la disciplina di cui al presente articolo a interventi edilizi ulteriori rispetto a quelli previsti dal comma b) disciplinano le modalità di effettuazione dei controlli, anche a campione e prevedendo sopralluoghi in loco.
  6. La mancata comunicazione asseverata dell’inizio dei lavori comporta la sanzione pecuniaria pari a 1.000 euro. Tale sanzione è ridotta di due terzi se la comunicazione è effettuata spontaneamente quando l’intervento è in corso di esecuzione (CILA Tardiva cosiddetta a sanatoria [NdR])» 

Volendo entrare nel dettaglio, si può affermare con certezza che il legislatore ha inteso riconoscere alla CILA un carattere di natura residuale rispetto a tutte le altre comunicazioni necessarie per l’avvio di interventi in materia edilizia.

 

Nello specifico, l’articolo 10 enuncia in maniera chiara tutti gli interventi edili che, per poter essere messi in opera, debbono essere preceduti da una regolare autorizzazione relativa al Permesso di Costruire (lavori dunque che implicano la messa in opera di costruzioni nuove); l’articolo 22, invece, segnala tutti quei lavori che necessitano di preventiva SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) mentre l’articolo 6 disciplina tutti gli interventi che non necessitano di comunicazioni, ma sono in edilizia libera.

 

Per esclusione, quindi, tutti gli interventi edili che non sono ricompresi nei tre articoli sopra citati, necessitano, per la regolare esecuzione, che siano preventivamente preceduti da comunicazione di inizio lavori asseverata.

 

Interventi edili che necessitano di CILA

 

In considerazione del carattere di residualità che il legislatore ha ritenuto di attribuire agli interventi edili che necessitano di CILA è comunque possibile stilare un elenco di massima che specifichi maggiormente la natura dei lavori edili rientranti in quanto disciplinato dall’articolo 6 bis.

 

Possiamo quindi affermare che sono obbligatoriamente sottoposti a CILA tutti i lavori rientranti nelle seguenti macro categorie:

 

  • Opere di restauro non riguardanti la struttura dell’edificio;
  • Tutti gli interventi edilizi di manutenzione straordinaria (tra cui la demolizione e ricostruzioni di pareti interne non strutturali come per esempio tramezzature non collaboranti) che non ineriscano e agiscano direttamente sulla struttura della costruzione;
  • La realizzazione di opere di “pertinenza minore” ossia di lavori edili che aumentino il volume dell’edificio già esistente in misura inferiore al 20% della struttura principale;
  • Interventi edili atti ad eliminare barriere architettoniche che vadano a modificare significativamente la struttura originaria dell’edificio (ad esempio la realizzazione di un nuovo ascensore esterno);
  • La realizzazione di serre mobili che abbiano strutture in muratura ed i movimenti terra non riconducibili ad attività agricole;
  • Tutte quelle opere realizzate, all’interno di un centro abitato, con carattere di provvisorietà e atte alle indagini geologiche del sottosuolo.

Le regioni possono deliberare in autonomia facendo rientrare in ambito applicativo ulteriori interventi edili ampliando, di fatto, l’area di competenza della CILA.

 

Modalità di presentazione di una CILA

 

La Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata deve essere presentata, telematicamente, agli uffici comunali competenti per natura e territorialità.

 

Per presentare correttamente la CILA è indispensabile avvalersi delle prestazioni professionali di un tecnico abilitato; egli, infatti, dovrà, in primo luogo, redigere gli elaborati grafici di ante post e inter operam in piante e sezioni, dettagliati relativi agli interventi edilizi oggetto di richiesta e, successivamente, formulare apposita asseverazione ossia dichiarare che essi sono conformi alle normative in materia energetica, sismica e igienico sanitaria e che rientrano tra le opere che necessitano di CILA.

 

A differenza di quanto accedeva nel passato, il committente potrà procedere fin dal primo giorno di presentazione della CILA alla esecuzione delle lavorazioni e non dovrà attendere alcun tempo di latenza o specifica autorizzazione comunale.

 

Onde evitare di incappare in brutte sorprese o incorrere in sanzioni indesiderate, è importante scegliere il professionista giusto che possa seguire dettagliatamente e, nel pieno rispetto della normativa, tutta la procedura necessaria.

 

La risposta giusta può essere quella di affidarsi serenamente alla competenza di Certificazione Tecnica Normativa che, forte della sua esperienza sul campo, è in grado non solo di seguire passo dopo passo tutto l’iter necessario alla presentazione della CILA, ma con il suo gruppo di lavoro, potrà consigliare al meglio il committente ed aiutarlo a districarsi nei meandri della burocrazia.

 

Attraverso l’efficiente piattaforma internet della CTN, sarà possibile, compilando l’apposito form, richiedere un preventivo di spesa, un sopralluogo e avvalersi dei servizi necessari; in aggiunta alla presentazione CILA vera e propria, il gruppo di professionisti sotto la direzione del Dr. Ing. Enrico Maria Di Fiore, potrà seguire il committente anche nella progettazione architettonica di interni vera e propria, nella progettazione di impianti tecnici e tecnologici e nel risoluzione delle successive pratiche catastali.

 

Non rimane, dunque, che contattare con fiducia la CTN per la realizzazione certa di piccoli e grandi progetti.

 

Informazioni aggiuntive

Superficie Immobile

, , , ,

Tipologia Lavori

Eliminazione Barriere Architettoniche, Frazionamento Unità Immobiliare, Manutenzione Straordinaria, Restauro e Risanamento Conservativo

Progettazione Impianti

Con, Senza

Variazione Catastale

,

Sopralluogo

Con sopralluogo e Rilievo

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Roma, Viterbo e zone limitrofe

Acilia - Albano Laziale - Alberone – Alessandrino – Anagnina - Appia Pignatelli - Appio Claudio - Appio Latino - Ardea - Ardeatino - Ariccia - Aurelio - Aventino – Axa - Baldo degli Ubaldi - Balduina - Battistini - Boccea - Bologna - Borghesiana - Borgo - Bravetta - Bufalotta – Camilluccia – Campitelli Campo Marzio - Casal Bertone - Casal Boccone - Casal Bruciato - Casal de Pazzi - Casal del marmo - Casal Lumbroso - Casal Palocco - Casalotti - Casetta Mattei – Casilino - Casilino - Cassia - Castel Fusano - Castel Giubileo - Castel Porziano - Castelverde - Castro Pretorio - Cecchignola – Cecchina -Celio - Centocelle - Cesano - Ciampino - Cinecittà - Cinecitta Est -Collatino - Colle Aniene - Colle Prenestino - Colle Salario - Colli Albani - Colonna – Coppedè - Corcolle - Corviale - Decima Della Vittoria - Divino Amore - Don Bosco - Dragona - Dragoncello -Esquilino -EUR -Falcognana – Fidene - Finocchio - Fiumicino - Flaminio - Fleming -Fonte Nuova - Frascati - Furio Camillo – Garbatella - Gianicolense - Giardinetti - Giustiniana - Gregorio VII - Grotte Celoni - Infernetto - La Rustica - La Storta - Labaro - Largo Preneste - Laurentino - Ludovisi - Madonnetta - Magliana – Malafede – Malagrotta –Marconi - Marino - Mentana - Montagnola - Monte Mario - Monte Sacro - Monte Spaccato - Monteverde - Monti - Monti Tiburtini - Morena - Navigatori - Nomentano - Nuovo Salario - Olgiata - Omboni - Ostia - Ostiense - Ottavia - Palatino - Palestrina - Parioli - Parione - Piana del Sole - Pietralata - Pigneto - Pinciano - Pineta Sacchetti - Piramide - Pisana - Policlinico - Pomezia - Ponte di Nona - Ponte Galeria - Ponte Lungo - Ponte Mammolo - Porta Metronia - Porta Pia – Portonaccio – Portuense - Prati - Prato Fiorito - Prenestino - Prenestino-Labicano - Prima Porta -Prima Valle - Quadraro - Quarto Casale - Quarto Miglio - Re di Roma - Regola - Roma Salario - Sallustiano -San Basilio - San Giovanni - San Gregorio da Sassola - San Lorenzo - San Paolo - San Pietro - San Saba - Santa Palomba - Selva Candida - Selva Nera - Serpentara - Settebagni - Settecamini - Somalia Spinaceto - Statuario - Talenti – Termini - Testaccio - Tiburtino - Tiburtino III - Tivoli - Tomba di Nerone - Tor Bella Monica - Tor de Cenci - Tor di Quinto - Tor Fiscale - Tor Sapienza - Tor Tre Teste - Tor Vergata - Torpignattara - Torre Angela - Torre Gaia - Torre Maura - Torre Nova - Torre Paterno - Torre Spaccata - Torrevecchia - Torrino - Torvaianica - Trastevere - Trevi - Trieste - Trigoria-Vallerano - Trionfale - Trullo - Tufello - Tuscolano - Val Cannuta - Val Melaina - Valle Martella - Valle Muricana - Valle Santa - Vigna Clara - Vigna Murata - Vigne Nuove - Villa Borghese - Villa Gordiani - Villa Lais - Viminale - Vitinia - Latera – Lubriano – Marta - Montalto di Castro - Monte Romano – Montefiascone – Monterosi – Nepi – Onano - Oriolo Romano – Orte – Piansano - Proceno – Ronciglione - San Lorenzo Nuovo - Soriano nel Cimino – Sutri – Tarquinia – Tessennano – Tuscania – Valentano – Vallerano – Vasanello – Vejano – Vetralla – Vignanello - Villa S. Giovanni T. - VITERBO - Vitorchiano.

Contattaci