Servizi di Ingegneria

Home Conformità impianti DM 37/2008 Dichiarazione conformità impianto elettrico (Domotico)
In offerta!

Dichiarazione conformità impianto elettrico (Domotico)

225,001.305,00

La certificazione dell’impianto elettrico viene richiesta dai Comuni per il rilascio di vari attestati, come quello di agibilità, e di varie autorizzazioni, come quelle previste per l’apertura di un locale commerciale. Il proprietario dell’immobile deve consegnare la certificazione dell’impianto elettrico esistente all’affittuario o a qualsiasi altro soggetto che goda di diritti reali sull’immobile per permettergli di poter richiedere tutte le autorizzazioni e certificazioni di cui necessita.

Scegli le caratteristiche del tuo servizio di certificazione mediante i sottostanti parametri.

Svuota

Descrizione

La Dichiarazione Conformità Impianto Elettrico livello 3 (o Domotico)

 

La Dichiarazione Conformità di un Impianto Elettrico è un’attestazione fondamentale richiesta a livello normativo perché serve a certificare il corretto funzionamento di ciascun impianto elettrico. L’impianto elettrico è il vero cuore di una casa, poiché ne permette il funzionamento e garantisce una vita dotata di tutti gli agi e comfort; col passare del tempo, però, anche l’impianto elettrico può diventare soggetto ad usura e di conseguenza dar luogo ad incidenti domestici particolarmente spiacevoli.

 

Sarà necessario quindi un controllo di verifica tecnica ed eventualmente un intervento di adeguamento. A valle di queste fondamentali operazioni deve essere rilasciata la Dichiarazione Conformità dell’Impianto Elettrico. Quest’ultima è redatta dall’impresa esecutrice o manutentrice dell’impianto elettrico in triplice copia e attesta la regolarità dell’impianto. Nello specifico, le tre copie, che devono essere timbrate e firmate, hanno una specifica destinazione:

 

  • Una dichiarazione sarà consegnata al proprietario dell’immobile;
  • Una dichiarazione sarà consegnata allo Sportello Unico dell’Edilizia del comune di competenza: quest’ultimo, poi, è incaricato di inoltrare una copia anche alla Camera di Commercio in cui l’impresa è regolarmente iscritta, per il controllo effettivo della veridicità della Dichiarazione stessa;
  • Una dichiarazione che invece resterà all’impresa che ha eseguito i lavori ed emesso la correlativa dichiarazione.

 

La Dichiarazione Conformità Impianto Elettrico è fondamentale, infatti, in caso di mancata redazione l’impresa committente è multata con una sanzione amministrativa che può andare dai mille ai diecimila euro.

 

Le caratteristiche della Dichiarazione Conformità Impianto Elettrico di livello 3 o Domotico

 

Gli impianti di livello 3 o Domotici sono impianti particolarmente innovativi indirizzati principalmente a chi utilizza la tecnologia in modo preponderante per migliorare la propria vita domestica: scegliendo un impianto di questo tipo, è possibile trarre degli importanti benefici, tra cui un rilevante risparmio energetico. Un impianto di livello 3 è nato ed è stato pensato per gestire come minimo 4 funzioni domotiche, tra cui si possono ritrovare l’allarme intrusione, il controllo carichi, il sistema anti allagamento, la rivelazione di perdite di gas, la gestione della temperatura e del comando luci, il controllo remoto, per menzionarne solo alcune.

 

 La redazione della Dichiarazione Conformità di un Impianto Elettrico è stata inserita a partire dal 1990 con la Legge n. 46/1990, proprio per regolare e standardizzare nel senso della sicurezza impianti elettrici domestici ed evitare spiacevoli incidenti che ne possono compromettere il funzionamento e causare danni a cose e persone. Questa legge è poi stata sostituita con il Decreto Ministeriale n. 37/2008, modificata successivamente nel 2010.

 

In base all’art. 7 comma 1 del DM n. 37/2008, “Al termine dei lavori, previa effettuazione delle verifiche previste dalla normativa vigente, comprese quelle di funzionalità dell’impianto, l’impresa installatrice rilascia al committente la dichiarazione di conformità degli impianti realizzati … omissis …”. Di conseguenza, ogni volta che vengono effettuati all’interno di un’abitazione degli interventi di realizzazione, di manutenzione o di modifica di un impianto elettrico, questo deve essere certificato e la correlativa Dichiarazione di Conformità con tutti gli Allegati Tecnici Obbligatori grafici e relazionali, e in generale anche del Progetto Esecutivo, devono essere protocollati presso lo Sportello Unico per l’Edilizia o apposito ufficio messo a disposizione dal Comune territorialmente competente in modo che abbiamo efficacia e validità pubblici.

 

L’incaricato per la redazione della Dichiarazione Conformità dell’Impianto Elettrico è l’impresa stessa che svolge i lavori, che grazie alla compilazione di un modello standard inserisce tutti i dati richiesti sia riguardo all’immobile, sia riguardo all’impianto realizzato, specificando tutte le informazioni richieste dalla legge. Ad ogni modo, non tutte le imprese edili hanno il permesso di rilasciare la Dichiarazione Conformità di un Impianto Elettrico, in quanto ciò è possibile solo nel momento in cui ottengono l’abilitazione e in base all’art. 4 del D.M. n. 37/2008 ne vengono dimostrati i requisiti tecnico – professionali.

 

Dichiarazione Conformità di un Impianto Elettrico a Regola d’Arte

 

Grazie alla Dichiarazione Conformità dell’Impianto Elettrico, l’impiantista dichiara di aver realizzato l’impianto “a regola d’arte”: la definizione di “regola d’arte” si ritrova nella legge n. 186/1968, nella quale si cita testualmente le installazioni e gli impianti elettrici ed elettronici realizzati secondo le norme del Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI) si considerano costruiti a regola d’arte. Di conseguenza, un impianto realizzato “a regola d’arte” è un impianto realizzato sulla base delle norme CEI e che garantisce un determinato livello di sicurezza di funzionamento e di utilizzo.

 

La Dichiarazione Conformità dell’Impianto Elettrico: utilità

 

La Dichiarazione Conformità dell’Impianto Elettrico si rende necessaria in moltissimi casi, soprattutto per quanto riguarda la richiesta al proprio comune di una serie di attestati e certificazioni specifiche. Nel caso di immobili in locazione, quindi, è proprio il proprietario locatore dell’unità immobiliare il soggetto incaricato che deve consegnare questa Dichiarazione al locatario (conduttore, affittuario), al fine di permettergli di chiedere i documenti per lui necessari. Nello specifico, la Dichiarazione Conformità dell’Impianto Elettrico è essere necessaria per presentare la Scia per l’Agibilità e quindi ottenere l’Agibilità di un immobile oppure per aprire un locale commerciale.

 

Scegliendo i parametri di riferimento, quali tipologia unità immobiliare, potenza in kW dell’impianto elettrico, schema, progetto, superficie e sopralluogo, è possibile scegliere le caratteristiche del proprio servizio di certificazione.

Informazioni aggiuntive

Unità Immobiliare

,

Potenza kW

, , ,

Schema

Con schema, Senza schema

Progetto

Non soggetto a progetto, Soggetti a progetto

Superficie

, ,

Sopralluogo

Con sopralluogo e Rilievo, Senza sopralluogo

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Roma, Viterbo e zone limitrofe

Acilia - Albano Laziale - Alberone – Alessandrino – Anagnina - Appia Pignatelli - Appio Claudio - Appio Latino - Ardea - Ardeatino - Ariccia - Aurelio - Aventino – Axa - Baldo degli Ubaldi - Balduina - Battistini - Boccea - Bologna - Borghesiana - Borgo - Bravetta - Bufalotta – Camilluccia – Campitelli Campo Marzio - Casal Bertone - Casal Boccone - Casal Bruciato - Casal de Pazzi - Casal del marmo - Casal Lumbroso - Casal Palocco - Casalotti - Casetta Mattei – Casilino - Casilino - Cassia - Castel Fusano - Castel Giubileo - Castel Porziano - Castelverde - Castro Pretorio - Cecchignola – Cecchina -Celio - Centocelle - Cesano - Ciampino - Cinecittà - Cinecitta Est -Collatino - Colle Aniene - Colle Prenestino - Colle Salario - Colli Albani - Colonna – Coppedè - Corcolle - Corviale - Decima Della Vittoria - Divino Amore - Don Bosco - Dragona - Dragoncello -Esquilino -EUR -Falcognana – Fidene - Finocchio - Fiumicino - Flaminio - Fleming -Fonte Nuova - Frascati - Furio Camillo – Garbatella - Gianicolense - Giardinetti - Giustiniana - Gregorio VII - Grotte Celoni - Infernetto - La Rustica - La Storta - Labaro - Largo Preneste - Laurentino - Ludovisi - Madonnetta - Magliana – Malafede – Malagrotta –Marconi - Marino - Mentana - Montagnola - Monte Mario - Monte Sacro - Monte Spaccato - Monteverde - Monti - Monti Tiburtini - Morena - Navigatori - Nomentano - Nuovo Salario - Olgiata - Omboni - Ostia - Ostiense - Ottavia - Palatino - Palestrina - Parioli - Parione - Piana del Sole - Pietralata - Pigneto - Pinciano - Pineta Sacchetti - Piramide - Pisana - Policlinico - Pomezia - Ponte di Nona - Ponte Galeria - Ponte Lungo - Ponte Mammolo - Porta Metronia - Porta Pia – Portonaccio – Portuense - Prati - Prato Fiorito - Prenestino - Prenestino-Labicano - Prima Porta -Prima Valle - Quadraro - Quarto Casale - Quarto Miglio - Re di Roma - Regola - Roma Salario - Sallustiano -San Basilio - San Giovanni - San Gregorio da Sassola - San Lorenzo - San Paolo - San Pietro - San Saba - Santa Palomba - Selva Candida - Selva Nera - Serpentara - Settebagni - Settecamini - Somalia Spinaceto - Statuario - Talenti – Termini - Testaccio - Tiburtino - Tiburtino III - Tivoli - Tomba di Nerone - Tor Bella Monica - Tor de Cenci - Tor di Quinto - Tor Fiscale - Tor Sapienza - Tor Tre Teste - Tor Vergata - Torpignattara - Torre Angela - Torre Gaia - Torre Maura - Torre Nova - Torre Paterno - Torre Spaccata - Torrevecchia - Torrino - Torvaianica - Trastevere - Trevi - Trieste - Trigoria-Vallerano - Trionfale - Trullo - Tufello - Tuscolano - Val Cannuta - Val Melaina - Valle Martella - Valle Muricana - Valle Santa - Vigna Clara - Vigna Murata - Vigne Nuove - Villa Borghese - Villa Gordiani - Villa Lais - Viminale - Vitinia - Latera – Lubriano – Marta - Montalto di Castro - Monte Romano – Montefiascone – Monterosi – Nepi – Onano - Oriolo Romano – Orte – Piansano - Proceno – Ronciglione - San Lorenzo Nuovo - Soriano nel Cimino – Sutri – Tarquinia – Tessennano – Tuscania – Valentano – Vallerano – Vasanello – Vejano – Vetralla – Vignanello - Villa S. Giovanni T. - VITERBO - Vitorchiano.

Contattaci